Richiedi € 25,00 
 
 

Pauli Gerrey

STORIA, ARCHITETTURA E ARTE DELLA PARROCCHIA DI SAN NICOLÒ GERREI
 
di Loddo Ferdinando, Puddu Terenzio e Virdis Francesco

 

Il recente restauro degli argenti sacri e delle sculture lignee, conservati nella parrocchia di San Nicolò Gerrei, è stato lo spunto per approfondire, in maniera soddisfacente, quelle opere d’arte con una puntuale ricerca nell’archivio diocesano, in quello parrocchiale e nell’Archivio di Stato di Cagliari.

L’indagine ha però prodotto diversa documentazione su cinque secoli di storia civile e religiosa di San Nicolò Gerrei, tanto da costringere gli autori a rimodulare il progetto, sviluppandolo nella presente pubblicazione: Pauli Gerrei. Storia architettura e arte della parrocchia di San Nicolò Gerrei.

La paziente ricerca d’archivio, condotta in maniera scientifica, ha rivelato una grande quantità di notizie di ampio respiro storico che, per necessità di argomento trattato in questa sede, non si è potuto sviluppare con dovizia di particolari. Certo è che i dati e le indicazioni qui riportati possono fare da guida per uno studio futuro più approfondito che faccia emergere ulteriori aspetti e le vicende che hanno caratterizzato il centro.

Si è potuta documentare la trasformazione della parrocchia con le sue chiese, la nascita e l’evolversi delle devozioni verso i santi e la Madonna; il ruolo del clero e delle associazioni laicali come la confraternita del Rosario e le obrerie dedite alla solennizzazione delle feste religiose.

Lentamente è emerso uno spaccato di vita del villaggio che per secoli, è stato “il capoluogo del Gerrei”, sede del potere feudale con la casa del marchese, gli uffici di amministrazione della giustizia, ovvero della Curia baronale, e le carceri. Pauli è stato anche sede del potere religioso locale con la presenza del prebendato che aveva giurisdizione su tutto il Gerrei.

In fondo non si tratta solo di uno studio a carattere artistico, ma di un breve saggio di storia sociale nel senso più ampio del termine.

Si è scelto, inoltre, di valorizzare la figura di Carlo Maino, progettista di rilievo, al quale si deve la paternità della nuova parrocchiale di San Nicola. La sua biografia è stata arricchita con svariate notizie inedite che lo hanno visto protagonista nel panorama architettonico isolano della fine del Settecento.

Il lavoro si divide sostanzialmente in tre parti: la prima è una lettura storica della vita del villaggio e del suo territorio, le vicende storiche e architettoniche della chiesa parrocchiale e degli altri luoghi di culto, e quelle che, nel corso dei secoli, hanno incrementato il patrimonio artistico con la dotazione del prezioso corredo liturgico e altre opere d’arte giunte fino ai nostri giorni; una seconda parte è costituita da un catalogo che raccoglie i manufatti in argento e la statuaria recentemente restaurati; l’aggiornamento bibliografico di ambito locale e di respiro più ampio, costituisce la terza parte del lavoro.


 

 
 

Richiedi il libro all'autore: