logo
 

Richiedi € 13,00 
 
 

Coscienza di classe e storia in Gyorgy Lukacs

IL DIBATTITO
 
di Basaglia Federica

 
Nel 1923 György Lukács pubblica Storia e coscienza di classe. Nell’estate del 1924 il libro viene bocciato dalla III Internazionale Comunista e Lukács viene accusato di idealismo e revisionismo. Storia e coscienza di classe rimane al centro di un intenso dibattito che verte principalmente sulla questione di come debba essere intesa la dialettica e di quale ruolo essa svolga all’interno del materialismo storico.
Il presente saggio analizza i temi principali di Storia e coscienza di classe, le recensioni più significative dedicate al libro e l’autocritica compiuta da Lukács dopo un breve periodo di resistenza al dogmatismo dell’Internazionale.
Questo lavoro mostra come i testi presi in esame risultino utili non solo per la ricostruzione della vicenda di Storia e coscienza di classe e del suo autore, ma anche per una migliore comprensione dell’opera stessa. Esso offre, inoltre, una valutazione della risposta lukácsiana alla bocciatura del libro, mettendola in relazione con l’irrigidimento dottrinario e politico che caratterizza il periodo di consolidamento dello stalinismo.
 

 
 

Richiedi il libro all'autore: