logo
 

Ricordi

DI FAMIGLIA, DI SCUOLA, DI VIAGGI.
 
di Porta Vinicio

 
Quando si giunge ad una età nella quale la fine ineluttabile della vita si fa più vicina, diventa naturale volgersi indietro e guardare la lunga strada percorsa. Se questo sguardo all’indietro lo getto con le parole di un poeta come Kostantinos Kavafis, esso mi appare più giusto, più universale; anche più utile a chi ci ha conosciuto e voluto bene.
“Stanno i giorni futuri innanzi a noi
come una fila di candele accese,
dorate, calde e vivide.
Restano indietro i giorni del passato,
penosa riga di candele spente:
le più vicine danno fumo ancora,
fredde, disfatte, e storte.”
In questo volume ho voluto ripercorrere, con i miei ricordi talvolta vividi talvolta un poco offuscati, le mie esperienze di vita, nella famiglia, nella scuola e nei viaggi: un impegno per evitare di finire in una panchina del parco a criticare il mondo.
Vinicio Porta
 

 

Richiedi il libro all'autore: