logo
 

Richiedi € 4,90 
 
 

Ghost for breakfast

VERSIONE ITALIANA
 
di Pigato Giovanni e Vincis Silvia

 
Questa storia parla di fantasmi, figure nere che ti assalgono quando sei più indifeso. Spettri della creazione, rumori di fondo che di giorno restano impercettibili e puoi avvertire solo di notte.Hai appena posato la testa sul cuscino, stai per abbandonarti al riposo. Chiudi gli occhi. Eccoli, sono di fronte a te nella penombra. Non puoi fare a meno di fare i conti con loro. Non puoi toccarli. Devi giocarci, come un giocoliere fa trattendendo degli oggetti in aria. Ma senza farli cadere. Se toccano terra sei fregato. Vuol dire che non ti libererai più di loro. Ghost for breakfast indaga il lato oscuro dello stimolo artistico. L'urgenza di raccontare è come un tarlo che resta in attesa di uscire; nel frattempo si fa largo nell'anima del legno. Attori, registi, artisti, scrittori: nessuno è immune, nessuno può sperare di evitare questo incontro. Un'esperienza forte, performativa, che distrugge pezzi per permettere al corpo di mutare. Come Liv Ullmann che, nell'istante in cui ha scelto di provarsi come attrice, ha cambiato pelle, affidandosi all'ispirazione artistica. Dal mio primo incontro con lei sono passati 10 anni: il tempo di 3 interviste (Roma 2008, Stoccolma 2009, Oslo 2017) e una monografia (Liv Ullmann. Storia di un volto e di uno sguardo, 2018).   Questo che state per leggere è, invece, un biographic novel dedicato all'eclettica artista norvegese e al cineasta Ingmar Bergman. Un omaggio onirico con una trama a scatole cinesi che, rivisitando il rapporto creativo e personale tra i due, indaga il lato oscuro dello stimolo artistico. Il soggetto e la sceneggiatura sono firmati da me, mentre i disegni, la copertina e il lettering sono di mio marito, Giovanni Pigato. Le fonti di ispirazione sono molte, come sempre: L'ora del lupo, Il Flauto magico, Vergogna, le autobiografie di entrambi (Cambiare, Scelte, Immagini, Lanterna magica). E poi il teatro scandinavo, Samuel Beckett...e qualcuno che non scriviamo che ci piacerebbe trovaste voi... (scriveteci le vostre impressioni qui.... digitate su facebook GHOST FOR BREAKFAST). Che dire? Buona colazione a tutti.
 

 
 

Richiedi il libro all'autore: