logo
 

Richiedi € 20,00 
 
 

Profèzie

POÈSIE E DIVAGASSION
 
di Somo Poeta

 

Il singolare e inaspettato esordio poetico del Somo Poeta, sembra di primo acchito caratterizzarsi per la risoluta e intenzionale presa di distanza da qualsiasi dimensione letteraria comunemente accettata.

L’origine di questi distici rimati, assai irregolari per scansione, e di queste fulminee clausole di taglio epigrammatico, va piuttosto ricercata nell’ormai languente patrimonio della poesia orale, delle canzoni popolari e dei filò dialettali, con le loro improbabili inversioni sintattiche, le strane commistioni con la lingua colta, i temi stupefatti e “ingenui”, secondo l’accezione schlegeliana del termine.

Nei suoi versi di subitanea comunicatività, spesso volutamente prosaici, ora di tono meditativo ora di sapore goliardico, il poeta sovrappone tre distinti scenari, tre fasi in cui, in un medesimo luogo, cambiano gli individui e le abitudini.

L’irruenza polemica, lo scherno, il gioco troppo scoperto cedono allora il passo a una misura più interna, e anche la satira  più corrosiva si muta in sommessa elegia.


 

 
 

Richiedi il libro all'autore: