Acquista € 21.00
 

La profezia

IL SOGNO DI PAOLO, LA LEGALITÀ E L'INTRIGANTE CATHERINE.
 
di Benedictus Jaemael

 
Questa è la storia di Paolo: un noto imprenditore del luogo che rientrato a casa, affonda nella morbidezza del divano le fatiche del giorno.  Sul tavolo del salotto, il libro aperto al capitolo 1 del Profeta Abacuc; l’ottavo dei dodici profeti minori. E incomincia a leggere partendo dal punto in cui era rimasto.  Ma qualcosa lo turba, forse un ricordo  e sospende la lettura. Appoggia la testa e lo sguardo si perde nel vuoto della sala. Già. Non riesce a dimenticare il sentimento d’amore non corrisposto e con sofferenza affronta il presente. Versa una lacrima. Ricorda quel marzo quando il sole bussò alla sua porta. Poi la mortificazione dei sensi, la delusione, l’umiliazione  nel silenzio delle parole pungenti di una donna senza cuore. Afflitto e rassegnato che non ci saranno amori nuovi, chiude gli occhi e inizia subito a sognare. Un sogno ipnagogico dal quale vorrebbe svegliarsi,  difendersi da funesti avvenimenti.  E tale è l’amore di Catherine una donna intelligente, attraente quanto intrigante. Un amore morboso che respinge, al contempo stesso desidera. Dopo una breve frequentazione, le cose sembrano essersi raffreddate. Paolo avanza dei sospetti sull'autenticità del rapporto e forza gli eventi fino a strappargli la confessione. Un’ammissione di colpa che stravolge l’animo di Paolo: di essere sposata con un uomo potente, ricco, di dubbia moralità cristiana.  Con il senno di poi cerca di spiegarsi gli eventi negativi che l’hanno toccato;  tale da ritenerla responsabile della morte dell’investigatore privato. Come  del vile attentato alla sua vita  avvenuto in un paese lontano. Conseguenza dell’interrogatorio fiume in un commissariato di polizia necessario alle indagini investigative.  Paolo grida di paura, si muove nel sonno, vorrebbe ribellarsi agli eventi ma una catena invisibile lo trattiene al mondo dell’inconscio. Ecco allora la figura del suo precettore: un prete. Che suggerisce di prendere contatto con una vecchia amicizia per l’esattezza una cartomante sensitiva. Paolo  in quella corsa contro il tempo, sfida ogni avversità  pur di raggiungerla presto. Con l'incontro il sogno diventa premonitore, profetico, originato da forti emozioni psichiche; confuso dalla successione degli avvenimenti.  Di fatto la cartomante si rivela una creatura Angelica.  Per la costante e speciale vicinanza di lei, Paolo vive esperienze soprannaturali; acquisisce facoltà speciali destinate a combattere l’illegalità, la corruzione, l’empietà dell’uomo moderno.  Scopre che la precedente fiamma del cuore Catherine, è posseduta da uno spirito demoniaco voce rivelatrice di grandi verità.  Un demone che con ostinazione non arretra dinanzi alla preghiera di liberazione,  all’acqua santa,  che sfida il servo di Dio. Con la Spada della Fede brandita dalla mano di Paolo, il demone si sottomette e profetizza il cambiamento dei tempi. Paolo si agita sul divano respira a fatica; afferra il cuscino lo avvicina al petto si sveglia e grida di spavento. “La folta tenebra si spezzò e il mondo iniziò a respirare a nuova vita. Così oggi il Conquistatore di fronte allo specchio, per volere del mio Signore, pronuncia: «Ecco il giorno dell’Eterno giunge: giorno crudele, d’indignazione e d’ira ardente, che farà della terra un deserto, e ne distruggerà i peccatori.”