Acquista € 22.00
 

Villaggio buono


 
di Antonio Coppola

 

Quattro giovani vivono in un villaggio della pianura del Sarno, in Campania. Sono studenti che appartengono ad una piccola comunità formata da famiglie di contadini, operai e piccoli commercianti. I ragazzi frequentano il penultimo anno delle scuole superiori ed incontrano a Castellammare di Stabia quattro studentesse francesi con le quali trascorrono momenti piacevoli, ma una di loro rimane incinta. Il romanzo si ambienta nel periodo che va dal 1967 al 1971 ed i personaggi vivono  le difficoltà  di iniziare regolarmente  gli studi universitari a causa delle agitazioni del famoso ’68. Dopo la decisione di uno dei quattro personaggi di restare in Francia con la ragazza che ha messo incinta, gli altri tre decidono di sospendere gli studi e di  assolvere all’obbligo del servizio militare. Uno dei tre muore in un incidente e gli altri due, arruolatosi nei carabinieri, vivono, gli scioperi del ’68 a Napoli e i moti di Reggio Calabria del ’70. Nel Veneto, dove prestano servizio, dopo il trasferimento da Napoli, uno dei due giovani vive una storia d’amore con una studentessa veneziana e l’altro con una delle ragazze francesi conosciute a Castellammare di Stabia e ritrovata a Milano.